Trota Fario

Diffusa in Italia e in molti corsi d’acqua di quasi tutta Europa, in Italia la trota fario rappresenta la trota autoctona della regione alpina ed appenninica settentrionale, mentre nella regione padana è sostituita dalla trota marmorata e nel centro-sud dalla trota sarda o macrostigma.
In seguito a ripopolamenti effettuati senza attenzione per queste differenze di areale, al giorno d’oggi la si può trovare dovunque. Abita in acque veloci e torrentizie, fredde, limpide e ben ossigenate dei torrenti di montagna o alta collina. Quando viene a trovarsi all’interno di laghi prende velocemente l’aspetto della trota di mare.
Nei torrenti vive solitamente sotto le cascate ed i piccoli salti con il muso rivolto verso la corrente rigorosamente in caccia di prede, e questo avviene nei mesi invernali, mentre nei mesi estivi sta in fondo ai raschi dei corsi d’acqua a pelo d’acqua per cibarsi di insetti che galleggiano sulla superficie dell’acqua.

Permesso di Pesca

Tratto No-Kill

L’accesso al Tratto No-Kill è consentito ai detentori di Licenza di Pesca regionale e di apposito Permesso di Pesca